Home

LA DIETA CAYCE: SIA IL CIBO LA VOSTRA MEDICINA di www.simonegabbay.com (Sesta parte)

www.simonegabbay.com

 

Mangiare con le Stagioni

I cibi coltivati sul luogo sono anche cibi di stagione, perfettamente destinati dalla natura per fornire proprio il tipo giusto di nutrimento richiesto per sostenerci nei momenti specifici dell’anno: in primavera, le foglie fresche del dente di leone e dell’acetosa ripuliscono il corpo dalle tossine accumulate durante l’inverno; in estate, moltissima frutta, bacche e verdure da insalata ci invitano a mangiare del cibo più leggero; in autunno, un raccolto colorato di frutta e verdura più robusta ispira il cuoco a creare minestre e stufati sostanziosi o a immagazzinare e conservare una parte selezionata per i mesi invernali in arrivo. Accettando con gratitudine le offerte di frutta di ogni stagione sincronizziamo il nostro corpo sul ritmo della natura, un processo che potrebbe essere compreso come un’estensione del concetto di “acclimazione” a cui Cayce si riferì.

L’enfasi sui cibi locali e stagionali non è quella esclusiva di Cayce. Gli antichi sistemi tradizionali di guarigione della medicina cinese e di quella ayurvedica (indiana) insegnano che per mantenere la salute dobbiamo vivere in armonia con la natura ed equilibrare le energie del nostro corpo secondo le stagioni e il clima locale. Per gran parte, questo viene raggiunto attraverso cibi e erbe con certe qualità stagionali. Anche la dieta macrobiotica diffusamente rispettata prescrive le verdure locali e stagionali ogni volta che ciò è possibile.

 

Coltivate da Voi i Cibi

Il giardinaggio privato è naturalmente il modo migliore per assicurarsi un continuo rifornimento stagionale di prodotti freschi, locali. Con qualche abilità ed investimento di tempo il giardiniere per hobby che ha accesso ad una cantina può immagazzinare verdure come cavolo, zucca, carote e rape per usarle durante la stagione invernale. Integrate giornalmente con una varietà di germogli freschi coltivati in casa, le verdure e la frutta che sono immagazzinate o conservate in modo naturale possono ridurre la nostra dipendenza dai cibi trasportati, mentre i nostri giardini si godono un periodo ben meritato di riposo e ringiovanimento. I pomodori in particolare sono stati menzionati nei readings come un cibo che è meglio mangiare conservato che fuori stagione. Il reading 135-1 suggerisce di mangiare “i pomodori se sono maturati sulla pianta; altrimenti quelli che sono inscatolati senza conservanti - o specialmente il benzoato di soda.” Se vi piacciono i pomodori e l’inscatolamento dei cibi coltivati da voi non è sulla lista delle vostre priorità sarete felici di sapere che i pomodori in scatola senza conservanti sono disponibili in molti negozi di cibi biologici.

 

Le Stagioni Interiori

I cicli stagionali non sono rappresentati solo dalle fasi dell’anno, ma anche dai cambiamenti che il nostro corpo subisce continuamente. I nostri bisogni dietetici cambiano con noi; quindi, per restare in buona salute, dobbiamo di conseguenza adeguare il consumo del nostro cibo, con un occhio alla quantità e ai tipi del cibo mangiato. Armonizzando le nostre energie con i ritmi della natura diventiamo più sensibili rispetto alle nostre stesse “stagioni interiori”, permettendo così che la nostra intuizione ci diriga alla dieta più adatta a noi in qualsiasi momento. Però, per sviluppare e rafforzare il processo intuitivo e per assicurarci di non essere sviati da desideri malsani e da papille gustative desensibilizzate, dobbiamo dapprima stabilirci nella salute attraverso il consumo regolare di cibi salutari. Rendere frutta e verdura locale e stagionale parte importante della nostra dieta è un modo delizioso per raggiungere lo scopo.

 

 

Integrare la Dieta di Cayce

Nei suoi readings, Edgar Cayce non sostenne l’uso indiscriminato di integratori nutritivi sintetici. Egli sentì che era preferibile ottenere vitamine e minerali dalle fonti alimentari come parte di una dieta naturale ben equilibrata. Solo in casi di gravi carenze o durante periodi di esigenze nutrizionali particolari come la gravidanza si raccomandò un’integrazione, e allora solo per un periodo a breve termine, alternato con periodi regolari di riposo, per evitare che il corpo diventasse fiacco nei suoi sforzi di sintetizzare le sostanze nutritive dai cibi.

Oggigiorno, però, i moderni metodi aggressivi di agricoltura hanno lasciato la maggior parte del nostro terreno agricolo in una grave carenza di minerali, iniziando una catena di squilibri nutrizionali nelle colture commerciali e negli animali e nella gente che le mangia. Quando nella dieta i minerali non vengono forniti nella giusta proporzione, la fabbricazione di enzimi nel corpo è inibita, e le vitamine non sono in grado di funzionare correttamente. L’integrazione diventa quindi un’opzione importante.

Alcuni integratori alimentari raccomandati da Cayce includono l’olio di germe di grano, ricco di vitamina E ed acidi grassi insaturi, e l’olio di fegato di merluzzo, una fonte eccellente di vitamina A,F e D. Calcios, un integratore di calcio a base di farina di ossa facilmente assimilabile e di altri minerali è ancora oggi disponibile. Sfortunatamente altri come per esempio Codiron, Kaldak e Calcidin non vengono più prodotti. Però, spinta dalla richiesta dei consumatori e dalla ricerca illuminata che dimostra che gli estratti da cibi integrali sono molto spesso preferibili all’approccio frammentario di prendere delle sostanze nutritive sintetiche isolate, l’industria dei cibi biologici ora offre vari tipi di integratori concentrati a base di cibi integrali.

 

Le Verdure del Mare

Uno dei modi più naturali per aggiungere vitamine e minerali supplementari alla dieta è attraverso l’uso di alghe commestibili. Fonte eccellente di sostanze nutritive concentrate, facilmente assimilabili, le verdure marine contengono fra 10 e 20 volte più minerali delle verdure terrestri. Esse sono inoltre ricche di proteine e varie vitamine importanti, specialmente quelle A, B, C ed E. Le alghe commestibili hanno una parte importante nella cucina giapponese tradizionale e sono riconosciute per le loro caratteristiche curative nella dieta macrobiotica.

La maggior parte dei negozi di cibi biologici offre una scelta di verdure marine seccate e spesso può fornire delle istruzioni per la cottura, nonché libri di cucina con ricette per le alghe marine. Alcune alghe, come per esempio il fuco, sono disponibili anche in forma di polvere, pastiglie o come estratto liquido. Spesso i readings raccomandavano il fuco ricco di iodio come condimento alimentare da usare invece del normale sale da tavola.

 

Concentrati di Cibi Verdi

Non si può enfatizzare troppo l’importanza di includere nella dieta una varietà di verdure verdi. Quasi tutti i giorni sentiamo di un ulteriore studio scientifico che conferma che un consumo incrementato di verdure abbassa i nostri rischi di ammalarci di cancro, disturbi cardiaci e vari altri malanni degenerativi. Edgar Cayce sottolineava sempre che il tipo di verdura verde a foglie dovrebbe essere una parte importante di una dieta sana. Negli anni recenti, diversi tipi di concentrati di cibo verde, in polvere o sotto forma di pastiglie, sono apparsi sugli scaffali dei negozi di cibi biologici. Questi sono ricchi di clorofilla che agisce come efficace disintossicante ed anti-infiammatorio. Essi contengono anche una vasta gamma di aminoacidi, minerali, vitamine ed enzimi naturali che, grazie alla loro azione sinergica, vengono prontamente assimilati dal corpo. I concentrati di cibi verdi vengono tratti da piante come alfalfa o orzo oppure da alghe di acqua dolce come la spirulina e la clorella. Alcune contengono una combinazione di diversi di tutti questi “super-cibi”.

 

Il Polline d’Api

Grazie al suo bilancio unico dell’intera gamma di sostanze nutrienti richieste per l’alimentazione umana, spesso ci si riferisce al polline d’api come “il cibo perfetto della natura”. Esso non solo contiene tutte le vitamine, i minerali, le proteine e gli enzimi essenziali, ma fornisce anche tracce di altre sostanze la cui funzione non è ancora pienamente compresa dalla scienza alimentare. In tutto il mondo, il polline d’api è apprezzato per le sue qualità corroboranti e apportatrici di salute. Gli atleti in particolare apprezzano i benefici di un’integrazione regolare della loro dieta con il polline d’api per mantenere vigore e resistenza. I granelli di polline che si possono acquistare da un apicoltore locale o in un negozio per cibi biologici possono essere presi a cucchiaini o combinati con altri cibi come succo e cereali. Il polline d’api naturale è inoltre disponibile in forma di pastiglie. Anche se secondo qualcuno il polline d’api può causare reazioni allergiche negli individui sensibili, alcuni nutrizionisti credono che i sintomi come un naso che cola, occhi lacrimanti o mal di testa possano essere dovuti ad una reazione di pulizia che di solito si placa una volta che l’aggiustamento nel corpo è stato fatto.

 

Le Erbe Provenienti dalla Farmacia della Natura

Le erbe mediche sono fra le fonti migliori di sostanze nutrienti concentrate e possono aiutare a correggere carenza vitaminiche e minerali. In aggiunta ad estratti e tinture di singole erbe, molti negozi di cibi biologici offrono una varietà di combinazioni di erbe sinergicamente formulate che mirano a correggere squilibri nutritivi specifici. Alcuni tonici di erbe, che vennero proposti nei readings di Edgar Cayce, sono tuttora disponibili in commercio. Se non riuscite a trovarli nel vostro negozio di cibi biologici chiamate il produttore, Home Health Products a Virginia Beach al numero 1-800-278-7092 o (804) 468-3130.

 

Gli Integratori non sono Surrogati

E’ importante ricordare che gli integratori non sono intesi a sostituire una buona alimentazione. Non possiamo aspettarci che l’assunzione di qualche pillola di vitamine compensi una dieta sbagliata. La nostra fonte principale di sostanze nutrienti deve sempre consistere di cibi integrali e naturali. La dieta Cayce, come descritta in precedenza, fa’ in modo che otteniamo un’alimentazione ottimale dai cibi che mangiamo.

 

Non di Solo Pane

Benché non ci siano Autorizzazioni Giornaliere Raccomandate per la meditazione e la preghiera, queste cose possono in effetti essere più importanti di ogni integratore che possiamo prendere. La serenità e la pace mentale che sono i ricompensi inevitabili di queste pratiche spirituali producono un’assimilazione migliore e una maggiore conservazione di sostanze nutrienti nel corpo, mentre la tensione, lo stress e le preoccupazioni contribuiscono alle difficoltà di digestione e ad una secrezione eccessiva di importanti minerali come il calcio.

L’approccio multidimensionale all’alimentazione e alla salute proposto da Cayce affronta in modo efficace i bisogni di corpo, mente e spirito. Una citazione biblica dal reading 281-31 riassume in modo appropriato la filosofia di Cayce su questo argomento: “Così diventa che come il Maestro diede, ‘non dovete vivere di solo pane ma di ogni parola che esce dalla bocca del Padre.’”

 

 


 

 

Google Analytics Alternative