Home

IL MIRACOLO SIAMO NOI di Massimo Marinelli (settima parte)

 

 

AMORE

INTRODUZIONE

La rabbia è la conferma della separazione, che anziché essere riconosciuta come originata da se stessi, viene proiettata su altri. In realtà, essa trae origine da un sistema di pensiero che non accetta altri sistemi di pensiero e proietta su di essi il proprio diniego.

CROCIFISSIONE

Essa è un esempio ed una esperienza estrema che non occorre più ripetere, poiché Dio non ha generato il dolore. Il sentirsi crocifisso è una percezione errata che genera rabbia e con essa aggressione ed infine paura. Tutto ciò è follia e ne va reinterpretato il senso. Bisogna ricordare che si insegna ciò che si deve imparare per realizzare la propria salvezza. Quello che va insegnato non è la crocifissione, che genera paura e sofferenza, ma che la verità è in ciascuno di noi e non può essere distrutta. Occorre insegnare la Resurrezione, cioè la rinascita ed il risveglio, perché questo è l’insegnamento dei nostri tempi. Il vero discepolo del Cristo è un risvegliato, l’erede della sua nuova chiesa, che rappresenta tutta l’umanità intera. Gesù fu perseguitato ed ucciso, agli occhi del mondo ma Lui ha sempre saputo che questo fu solo a causa delle proiezioni di altri su di lui, non una sua richiesta. Lo Spirito Santo non richiede più quel genere di esperienze ma solo di udire la voce interiore dentro di se e negli altri. Quella voce insegna ad insegnare solo amore, perché è questo ciò che siamo. Gesù non cerca martiri ma insegnanti di verità. Provare gratitudine verso Dio è un buon atteggiamento, anche se Dio non ha certo bisogno di gratitudine, mentre l’uomo che impara ne ha bisogno. Lo Spirito Santo è l’anello di comunicazione tra Dio Padre ed i figli separati.

ALTERNATIVA

La proiezione è il rifiuto dell’altro,sentito diverso da se. Il giudizio e l’attacco verso l’altro ne sono le conseguenze,mantenendo al sicuro il proprio ego. Ogni proiezione crea malessere in se stessi e l’unico rimedio è considerare gli altri degni di amore, lasciando al rilascio dei loro errori il compito di raggiungere l’unità. Nessun figlio di Dio è lasciato fuori, perché il Regno di Dio include tutti ,nessuno escluso. Tornare al Regno di Dio non avviene in tempi futuri, perché in Dio il tempo non esiste, ma avviene ora, nell’attimo in cui si decide di accettarlo. Esistono infinità di ego ma uno è lo Spirito Santo. Ognuno è la luce del mondo e l’insieme di tutte le menti proclama il Regno di Dio.

NON ATTACCARE

La mente proietta se stessa e così facendo si conosce. La mente guidata dallo Spirito Santo insegna ciò che la mente è, cioè la lezione che bisogna imparare. L’unica vera lezione che bisogna insegnare è amore e chi insegna deve essere benevolo, trasmettendo carità e benevolenza,senza sistemi ansiogeni di attacco o protezione. L’amore è pace ed insegnando la pace, la si impara e si riconquista la conoscenza.

RISPOSTA

L’ego parla sempre per primo ma lo Spirito Santo è la risposta. L’ego domanda “ Chi sei ? “ da cui si origina il dubbio. L’ego si allea con il corpo e dice che l’uomo è il corpo, destinato a morire. Questo genera paura, perché l’ego teme la verità. L’ego vuol far credere che la mente fa parte del corpo e che solo il corpo è reale e questo pensiero impedisce all’uomo di riconoscere la realtà spirituale della mente. Lo Spirito Santo ha la risposta : l’uomo è figlio di Dio e fa parte del suo Regno. Il resto è solo un brutto sogno, da cui bisogna risvegliarsi. Credere nelle leggi di Dio è credere che la mente ispirata dallo Spirito Santo crea il Regno. Credere nelle altre leggi è una libertà che viene lasciata all’uomo, non perché le leggi siano vere, ma perché l’uomo le ha create. Insegnare le leggi dell’uomo è insegnare la separazione ed il fallimento della comunicazione.

LEZIONI

Lo Spirito Santo è l’insegnante e dona solamente gioia. Il suo compito è risvegliare i figli di Dio alla verità, non attraverso il dolore ma nella gioia. Vediamo ora le sue lezioni principali :

PER AVERE, DAI TUTTO A TUTTI

Corpo ed ego sono sogni. La credenza comune è che essi svaniscono nella morte ma questa è un’illusione. La mente è vita e la vita è nella mente. La mente può guarire il corpo ma il corpo non può guarire la mente. Essere una sola mente ha significato ma essere un solo corpo non lo ha. Il corpo agli occhi dello spirito è solo uno strumento di comunicazione. Lo Spirito Santo per risolvere il conflitto insegna : Per avere, dai tutto a tutti. Questo genera conflitto ma la decisione di accettare tale prospettiva spetta solo al singolo e , solo dopo che ha accettato, verrà aiutato.

INSEGNA LA PACE ED IMPARALA

Ognuno è ciò che insegna, in funzione del suo sistema di pensiero. Chi possiede un pensiero differente viene percepito come estraneo e pertanto attaccato. Se il pensiero è vero, la verità si espande ma se è falso sarà la menzogna a crescere. L’insegnante deve incentivare la motivazione al cambiamento dell’allievo. La lezione precedente crea conflitto, attraverso l’impossibilità di dare per avere. La risoluzione del conflitto avviene nel cercare la pace,donandola agli altri per acquisirla. Si forma un centro nel sistema di pensiero e questo porta la pace.

ESSERE VIGILI PER DIO E PER IL SUO REGNO

Lo Spirito Santo insegna alla mente a percepire senza giudizio,quindi ad insegnare senza giudizio. Quindi chiede all’allievo di abbandonare tutte le certezze che non sono divine e di centrarsi solo in Dio e nel Regno di Dio,che è il mondo. Se si avverte una percezione di caos,la risposta sarà la coerenza,che scaccerà il caos. Quando è lo Spirito Santo a scegliere , non si può sbagliare. Egli sceglierà per l’allievo la conversione da avere ad essere, imparando che avere si basa sul dare e non sull’ottenere, insegnare vuol dire imparare. La mente che si centra su un unico vero pensiero di riferimento viene protetta e può agire. L’intera umanità diviene il Regno e sul Regno agisce il campo di azione. Non bisogna lasciare spazio al dubbio, altrimenti il sistema di pensiero decade e si genera confusione. Occorre vigilare per mantenere la mente una, non perché Dio ne abbia bisogno , ma perché serve all’allievo. Una mente centrata genera salute e guarigione. Lo sforzo iniziale di voler credere diverrà forza e la creazione sarà senza limiti, aprendo le porte ad infinite possibilità.

 

Google Analytics Alternative