Home

La Chiave dell'Universo di Cleonice Parisi


Poi dicono che Dio è giusto!
Disse una contadina con la schiena china sin dalle prime ore della mattina.
Non ci vorrà molto!

 

di Cleonice Parisi

Rispose un passerotto appollaiato su un ramo di un albero molto alto.

Una volta che tutta la sterpaglia avrai tolto, avrai la piena visione del tuo raccolto e allora capirai che nulla invero ti è stato tolto. Tutto è stato conservato affinchè ti fosse poi consegnato maturato.
La contadina guardò in alto e sorrise alla lingua sciolta del passerotto.
Ti piace chiacchierare? Beato te che non devi sudare per poter mangiare! Io vedo solo un pochino più lontano di te!
Rispose il piccolo volatile.
La contadina strappò con forza l’ultima tenace sterpaglia che soffocava il suo campo ed infine cadde in terra sfinita. Ci volle una notte e un giorno affinchè l’energia fosse di ritorno e quando si rialzò da terra nel guardare il suo campo fu colta da un accecante lampo. Il campo era in fiore ed ogni filo d’erba brillava alla luce del sole.
E il passerotto che aveva ancora la visione dall’alto disse:
Contadina rinneghi ancora la tua matrice divina? Passerotto questo rigoglioso campo è il frutto di tanto lavoro e impegno, di sudore e pianto, di divino a dire il vero non ci colgo poi tanto! Mia cara la vita è quel pretesto col quale l’uomo dormiente riconosce in se l’uomo operante, è in ciò la Chiave dell’Universo: Senza il sudore della fronte in terra e in cielo non si lasciano impronte.
La contadina prese a camminar felice e il dolore che aveva sempre abitato il suo cuore mise le ali mutando in amore.
Google Analytics Alternative