Home

ANIME GEMELLE

Sei stata mia già prima.

Quanto tempo fa non so,

Ma appena, al volo della rondine,

Volgesti il viso.

Mi cadde un velo e io ti riconobbi.     (Dante G. Rossetti)

Se chiedete a qualcuno cosa intenda per anima gemella, di solito vi risponderà:“è la persona che mi fa sentire completo”. Quasi tutti sono convinti che per ognuno esista un’unica anima gemella e che, quando finalmente la s’incontra, rappresenterà tutto ciò che si è desiderato e si vivrà insieme per sempre, felici e contenti. Per chi crede nella reincarnazione, l’anima gemella è qualcuno con cui si sono già condivise diverse vite, quasi sempre da innamorati. Molti, in effetti, dicono di sentire la propria anima gemella che li cerca, secolo dopo secolo.

Nel suo libro Un ponte sull’Eternità Richard Bach chiede:”non vi è mai capitato di sentire la mancanza di qualcuno che non avete mai incontrato?” e continua raccontando per quanti anni cercò l’anima gemella tanto agognata, prima di riuscire a trovarla e, finalmente, a sposarla.

Il dottor Brian Weiss, psichiatra e terapeuta esperto di vite passate, nel libro Only Love is Real racconta di un uomo ed una donna, suoi pazienti, che avevano scandagliato il proprio passato alla ricerca dell’anima gemella, per poi trovarla l’uno nell’altra. Durante esperienze di regressione, fatte separatamente, entrambi si ricollegavano alla stessa vita, vista da angolazioni diverse. Nonostante venissero da ambienti diversi e non si fossero mai incontrati prima , sembravano condividere la stessa storia……. Il giorno che, per caso, s’incrociarono nella sala d’aspetto si voltarono a guardarsi; il riconoscimento non fu immediato, ma il destino era all’opera: si rincontrarono su un aereo in volo sopra l’ America.

Come dice il poeta Tagore

Io e te costruiremo un ponte eterno

Fra due esseri, l’uno per l’altro sconosciuto,

Questo portento è alla base di tutto.    

Altri hanno cercato diligentemente il vero amore. Molti hanno trovato quello che Weiss definisce “profonda beatitudine, nella consapevolezza di essere sempre insieme.“    

MA….!

Non sempre le cose sono così semplici: le anime gemelle possono perdersi di vista per un periodo eterno ed anche se s’incontrano non è detto che si riconoscano. Una può riconoscere l’altra ed esserne respinta. Il karma è dinamico: potremmo dover sperimentare tutti gli aspetti dell’amore.

Trovare l’anima gemella può ridarci la vita, ma anche portarci alla morte. Lo scrittore Arthur Koestler, molto ammalato, e la sua terza moglie Cinzia, preferirono ricorrere all’eutanasia per non separarsi.

Spesso l’anima gemella incontrata in un’altra vita è diversa, ha cambiato personalità: tutti noi dobbiamo maturare e crescere ed il cambiamento è fondamentale in questo processo. Questo è lo scopo della reincarnazione: ci reincarniamo per modificare schemi di vita radicati, per sperimentarci in modo opposto a prima, per rimediare a qualcosa di precedente, per sviluppare una nuova parte di noi. Quindi, quella ch’è stata la nostra anima gemella in una vita precedente, può non essere adatta a noi in questa, ma può essere entrata nella nostra vita per un motivo diverso. Se ci lasciamo trascinare subito dal desiderio fisico, che spesso accompagna il ritrovamento di un’anima gemella, potremmo trovarci a letto con qualcuno con cui avremmo dovuto operare in modo diverso.

Poiché tutti noi apparteniamo a gruppi di anime, potremmo venirci a trovare in un rapporto diverso, ora potrebbe essere nostro figlio, un genitore e persino un nonno. Ovviamente il rapporto non può più essere quello che era.

L’esperienza di un rapporto fra anime gemelle non è univoca. Può essere stupenda e terribile ed esserlo anche contemporaneamente. Può anche iniziare in modo perfetto e diventare traumatica. A volte accade l’inverso. Può anche succeder di trovare un’anima gemella falsa od una da cui cerchiamo disperatamente di liberarci. Spesso veniamo bloccati sulla ruota karmica in uno schema ripetitivo di interazione. Restiamo in un rapporto perché ci siamo sempre stati, in una situazione che ci è familiare. Tuttavia arriva il momento in cui dobbiamo cambiare modello, lasciare il noto per l’ignoto. In altri casi i ruoli si rovesciano il carnefice diventa vittima, la vittima carnefice, vita dopo vita. Ricompense e riparazioni sono un circolo vizioso: dobbiamo spezzare il ciclo del passato.

                                                           L’INCONTRO CON UN PARTNER CI DICE CHI SIAMO

                                                             NON CHI DOBBIAMO EVITARE!

(Anime Gemelle - Judy Hall)

Google Analytics Alternative