Home

ANIMALI PER IL NOSTRO BENEFICIO, E’ MORALMENTE GROTTESCO

"Il Paradigma della Generosità si oppone all'idea che noi abbiamo diritto di promuovere il benessere e la felicità umana a spese di altre creature. L'idea che gli animali esistano per il nostro beneficio ed uso è moralmente grottesco come il supporre che i bambini siano proprietà dei loro genitori e possono essere utilizzati a loro vantaggio. Lungi dal chiedere quale danno o sofferenza minimi possano essere inflitti agli animali, il Paradigma della Generosità insiste sul fatto che gli uomini debbano sopportare da soli ogni malattia non compiendo esperimenti sugli animali, piuttosto che sostenere un sistema di abuso istituzionalizzato…..E’ proprio l'idea che la vita umana ed il benessere degli esseri umani abbiano un così alto significato, da giustificare l'uso istituzionalizzato di milioni di animali in procedimenti sperimentali che infliggono grande sofferenza, che dovrebbe essere definita in termini di idolatria. Gli animali nei laboratori non soffrono proprio per renderci la vita più facile e più lunga, o per sostenere i nostri desideri di sempre nuovi cosmetici o sempre nuove medicine? E gli animali non vengono dunque sacrificati per una specie che si arroga poteri divini e che considera i propri interessi come facenti indiscutibilmente parte dello scopo della creazione stessa? Demitizzando un poco la questione, potremmo dire che la nostra tendenza idolatra consiste nel credere che la stima di noi stessi sia il principale ed unico criterio con il quale giudichiamo il valore di tutte le altre creature. Se troviamo sconcertante questo linguaggio è perché abbiamo accettato, passo dopo passo, la posizione utilitaristica che accetta assiomaticamente che gli interessi dei deboli possono essere messi da parte per quelli dei più forti" Andrew Linzey – professore di Teologia al Mansfied College di Oxford; vivente

(dal profilo fb di Federico Bartolozzi)

Google Analytics Alternative