Home

Libro della Sapienza 3

3:1 Le anime dei giusti, invece, sono nelle mani di Dio,
nessun tormento le toccherà.

3:2 Agli occhi degli stolti parve che morissero;
la loro fine fu ritenuta una sciagura,

3:3 la loro partenza da noi una rovina,
ma essi sono nella pace.

3:4 Anche se agli occhi degli uomini subiscono castighi,
la loro speranza è piena di immortalità.

3:5 Per una breve pena riceveranno grandi benefici,
perché Dio li ha provati
e li ha trovati degni di sé:

3:6 li ha saggiati come oro nel crogiuolo
e li ha graditi come un olocausto.

3:7 Nel giorno del loro giudizio risplenderanno;
come scintille nella stoppia, correranno qua e là.

3:8 Governeranno le nazioni, avranno potere sui popoli
e il Signore regnerà per sempre su di loro.

3:9 Quanti confidano in lui comprenderanno la verità;
coloro che gli sono fedeli
vivranno presso di lui nell'amore,
perché grazia e misericordia
sono riservate ai suoi eletti.

3:10 Ma gli empi per i loro pensieri riceveranno il castigo,
essi che han disprezzato il giusto
e si son ribellati al Signore.

3:11 Chi disprezza la sapienza e la disciplina è infelice.
Vana la loro speranza e le loro fatiche senza frutto,
inutili le opere loro.

3:12 Le loro mogli sono insensate,
cattivi i loro figli,
maledetta la loro progenie.
È meglio la sterilità che una posterità empia

3:13 Beata la sterile non contaminata,
la quale non ha conosciuto un letto peccaminoso;
avrà il suo frutto alla rassegna delle anime.

3:14 Anche l'eunuco, la cui mano non ha commesso iniquità
e che non ha pensato cose malvagie contro il Signore,
riceverà una grazia speciale per la sua fedeltà,
una parte più desiderabile nel tempio del Signore;

3:15 poiché il frutto delle opere buone è glorioso
e imperitura la radice della saggezza.

3:16 I figli di adulteri non giungeranno a maturità;
la discendenza di un'unione illegittima sarà sterminata.

3:17 Anche se avranno lunga vita, non saran contati per niente,
e, infine, la loro vecchiaia sarà senza onore.

3:18 Se poi moriranno presto, non avranno speranza
né consolazione nel giorno del giudizio,

3:19 poiché di una stirpe iniqua è terribile il destino.

Google Analytics Alternative